<<Strana la vita. Quando uno è piccolo, il tempo non passa mai. Poi, da un giorno all’altro ti ritrovi a cinquant’anni, e l’infanzia o quel che ne resta è in una piccola scatola, che è pure arrugginita.>>

<<Mia piccola Amélie, lei non ha le ossa di vetro. Lei può scontrarsi con la vita. Se lei si lascia scappare questa occasione con il tempo sarà il suo cuore che diventerà secco e fragile come il mio scheletro. Perciò si lanci, accidenti a lei!>>

Annunci

Mangia Prega Ama

aprile 5, 2012

“Quando chiedo alla mia mente di restare immobile, è incredibile come diventi subito 1) annoiata, 2) irritata, 3) depressa, 4) ansiosa o 5) tutte e quattro le cose insieme.
Come la maggior parte degli umanoidi, sono oppressa da quella che i buddhisti chiamano <<scimmia mentale>> – i pensieri che dondolano da un ramo all’altro, fermandosi solo per grattarsi, sputare e ululare. Dal lontano passato al futuro imperscrutabile, la mia mente oscilla senza sosta, soffermandosi su decine e decine di idee al minuto, indisciplinata e fuori controllo. Di per sé non sarebbe grave, il problema è la tensione emotiva che si accompagna al pensare. I pensieri felici mi rendono felice, ma – oplà! – ecco che con un salto vado a finire in un pensiero angosciante, che mi rovina il buon umore; oppure è il ricordo di un momento di rabbia che mi irrita, così mi scaldo e mi saltano i nervi, o ancora la mia mente decide che è il momento giusto per commiserarsi, ed ecco puntualissimo il senso di solitudine. Dopotutto, tu sei quello che pensi. Le tue emozioni sono schiave dei tuoi pensieri, e tu sei schiavo delle tue emozioni.
L’altro problema di questo continuo dondolarsi sulle liane della mente è che tu non sei mai dove sei. Stai sempre scavando nel passato, o indagando nel futuro, ma raramente sei fermo nell’attimo presente.”

Driving Lessons – Quote

giugno 23, 2011

<<Some mysteries I’ll never understand: the way the Earth rotates around the sun, three minutes shorter every day. Or the way the dead are gone. Or putting down the phone or turning a corner. The future: that’s another whopper. We can never know what we can never know, except, that whoever you are, and whoever I am, you made it allright to be me.>>
-Driving Lessons-

giugno 2, 2011

Ciò che prima poteva rappresentare il tuo ideale di mondo ora potrebbe anche essere stato modificato da eventi esterni che ne hanno condizionato e trasformato le fondamenta. La maggior parte delle volte abbiamo degli ideali di cose e persone. Ma sopratutto di persone. Le ritagliamo, le incolliamo su un foglio bianco, e mano a mano che sappiamo qualcosa in più di loro potremo imbellirle o imbruttirle a nostro piacimento. Potremo anche spogliarle per togliere loro di dosso tutte quelle sicurezze che si sono costruiti grazie alle belle parole degli altri. Oppure potremo regalar loro un bel cappotto bianco, per metterle al riparo dalle parole e dai gesti altrui, per conservare la loro sensibilità, lasciarla lì per le occasioni speciali, quelle che richiedono un bicchiere di bollicine e una candela che illumini la dolcezza del loro volto. Hai sentito un po’ di ghiaccio attraversare il tuo corpo. Pensavi fosse davvero qualcuno che osasse farti uno scherzo. In realtà era una sensazione vera, provata sui tuoi organi e dirottata sulla carne che li protegge. Ci sono cose che non riuscirai mai a capire. Sopratutto il perchè molti dicano delle menzogne, sino a quando non si ritrovano a perdere gli altri, che ormai non credono più in loro. Non lasciano loro nemmeno un margine di visibilità. Cerchi di nasconderli. Sai che ci sono, ma preferisci non vederli. Preferisci avere un telo davanti che rappresenti soltanto una sagoma opaca della loro esistenza. Ciò che poteva essere loro ora è soltanto tuo. L’hai scartato e ti sei fatta un bel regalo. Questa cosa ti soddisfa, lo leggo nei tuoi occhi. Hai sorriso, è un buon segno. Hai capito come selezionare. Hai finalmente risolto metà del puzzle. Continua a mettere i pezzi insieme, a poco a poco riuscirai a finirlo. Quel giorno ti farò io un regalo, una bella cornice,  e solo allora potrai appenderlo nella tua bacheca dei guinness dei primati. Obiettivi raggiunti, cose perse e cose che hai deciso di tua spontanea volontà di buttar via. Non ti servono più. Ormai sono soltanto mangime per topi. Se solo non avessero smesso di funzionare di loro volontà, forse saresti riuscita a riutilizzarli in qualche modo, la fantasia non ti è mai mancata. Ma si sono resi inutili. Ormai il tuo mondo appare diverso, ormai la direzione da prendere è un’altra e sono pronta a partire con te.

<<Forget your troubles (Happy days)
Come on get happy (are here again)
You better chase all your cares away (The skies above
are clear again)
Shout halleluja (So let’s sing a song)
Come on get happy (of cheer again)
Get ready for the judgement day (Happy days are here
again)

The sun is shining
Come on get happy (shout it now)
The lord is waiting to take your hand (There’s no one
who can doubt it now)
Shout halleluja (So let’s tell the world)
And just get happy (about it now)
We’re going to the promise land (Happy days are here
again)

We’re heading across the river
Soon your cares will all be gone
There’ll be no more from now on
From now on [..] >>

-Happy days are here again/Get Happy-

Waiting for forever

maggio 23, 2011

<<Dear Emma, those two words, Dear Emma take me away to way another time when we use to write to each other after mom and dad died. I used to tell you about my new friends and my new life. And you used to tell me about the grand time my mom and dad were having in heaven. Truth is nothing. What you believe to be true is everything. And the main thing that I used to believe was that I would be with you forever. Forever. The reason it is taking me so long to write you is that I have seen that I have been a fool. I have spent my life fooling myself. Every letter I’ve ever written to you has been a love letter. How could they have been anything else? I can see now that all of them, except this one, were bad love letters. Bad love letters beg for love back. Good love letters ask for nothing. This, I’m pleased to announce, is my first good love letter to you. Because there is nothing more for you to do. You already done everything. I have enough of you in my head to last forever. So please don’t ever worry about me. I’m peachy! I really am. I have everything. If I had one wish, it would be that your life brings you a taste of happiness that you have brought to me. That you could feel what it’s like to love. Your friend forever, Will.>>


Sadness be gone, let’s be people who deserve to be loved, who are worthy, cause we are worthy. 




Mr. Nobody (Quotes)

aprile 2, 2011

<<You have to make the right choice. As long as you don’t choose, everything remains possible.>>

 

Anna age 15: You wanna go for a swim? Come on, it’ll be…
Nemo age 16: No, I…
Anna age 15: Come swim with us, they’re my friends. Come on.
Nemo age 16: They’re idiots. I don’t go swimming with idiots.
Anna age 15: Jerk.
[leaves]
Nemo age 16: [narrating] What on earth made me say I don’t go swimming with idiots?

 

<<When we were separated at 15, I said I would never love anyone else, ever. I would never become attached, I’d never stay put anywhere, I’d have nothing for myself; I decided I would pretend to be alive. And this is what I’ve been waiting for, all this time, renouncing all possible lives, for one only, with you.>>

marzo 27, 2011

Meredith: It’s every doctor’s dilemma. Do you play it safe and follow protocol? Or take a risk and invent a new one? There can be reward in risk. There can also be fallout. Still you need to book the system every once in a while. Bet big. And when you get the results you want, there’s no better feeling in the world, but when you don’t…

This is how we do it – Grey’s Anatomy


It’s kind of a funny story

Okay, I know you’re thinking, “What is this? Kid spends a few days in the hospital and all his problems are cured?” But I’m not. I know I’m not. I can tell this is just the beginning. I still need to face my homework, my school, my friends. My dad. But the difference between today and last Saturday is that for the first time in a while, I can look forward to the things I want to do in my life. Bike, eat, drink, talk. Ride the subway, read, read maps. Make maps, make art. Finish the Gates application. Tell my dad not to stress about it. Hug my mom. Kiss my little sister. Kiss my dad. Make out with Noelle. Make out with her more. Take her on a picnic. See a movie with her. See a movie with Aaron. Heck, see a movie with Nia. Have a party. Tell people my story. Volunteer at 3 North. Help people like Bobby. Like Muqtada. Like me. Draw more. Draw a person. Draw a naked person. Draw Noelle naked. Run, travel, swim, skip. Yeah, I know it’s lame, but, whatever. Skip anyway. Breathe… Live.

Sometimes the things you want the most don’t happen and what you least expect happens. I don’t know – you meet thousands of people and none of them really touch you. And then you meet that one person and your life is changed.

Love and Other Drugs